Campi dorati di grano o lunghe distese di viti con rossi grappoli d’uva in mezzo a filari di folti e verdi cipressi. Questa l’immagine che si può avere attraversando la Val D’Orcia e tutte le campagna toscane. Queste potrebbero essere anche le sensazioni da vivere in questa Regione per chi insegue il relax o cerca un’oasi di pace lontano dalla frenesia quotidiana.

Ma vivere in Toscana vuol dire anche alta moda e tendenze, collezioni di grandi stilisti come Roberto Cavalli, Gucci e Prada, che hanno in questa regione i centri di produzione, gli spacci aziendali e negozi dove si possono trovare ottimi articoli a prezzi convenienti. A questo si aggiungono le pregiate pelli e il cuoio fiorentino, le telerie e l’artigianato toscano, come gli unici manufatti in alabastro di Volterra.

Uno stile di vita che nelle grandi città si declina in convivialità in bar e ristoranti, nell’happy-hour o nei locali affollati di persone. Vivere la Toscana significa infatti assaggiare anche i suoi sapori e i suoi profumi: nella Regione sono numerosissimi ristoranti, trattorie e pizzerie dove si può degustare l'autentica cucina locale, con piatti tradizionali e ricette tipiche che risalgono ai secoli passati. Primo tra tutti il pane toscano, caratterizzato dalla mancanza di sale proprio come nel XII secolo. La grande protagonista è la carne, prima di tutto la bistecca di razza chianina, ovvero la cosiddetta “fiorentina”, ma anche le carni bianche e la selvaggina, molto usata per i piatti delle feste. Grande spazio quindi a polli e tacchini ma anche a faraone e piccioni insieme a lepre e cinghiale, fagiano e istrice. Con la carne di maiale, invece, si preparano gli insaccati: il salame toscano, il prosciutto sotto sale, le salsicce. Tra i formaggi il più noto è il pecorino toscano, in particolare quello di Pienza, ma anche la ricotta e il raveggiolo. Immancabili sono poi i dolci, alcuni tipici del senese, come il panforte, i ricciarelli, i cavallucci, la zuppa del duca (tiramisù) o la torta di cecco.

E per mangiare bene è necessario anche bere bene e in Toscana non mancano i vini di qualità. Molti sono infatti i vitigni e le etichette a denominazione. Non per niente la degustazione del vino è una delle principali attrazioni di questa terra. Solo per ricordarne qualche vino: il Brunello di Montalcino, il Chianti (che si ritrova in tante versioni), la Vernaccia di San Gimignano, il Vino Nobile di Montepulciano o ancora il Vinsanto.

Per gli amanti dei soggiorni benessere il luogo ideale è Bagno Vignoni. Si tratta di un piccolissimo borgo di origine medioevale che fa parte del comune di San Quirico d'Orcia, in provincia di Siena, a pochissimi chilometri dal Resort Monnecchio e vicino al Podere Querceto.
Il villaggio sorge nel cuore della Toscana, nel Parco Artistico Naturale della Val d'Orcia. Le sue acque termali venivano usate sin dall’epoca romana perché i pellegrini in viaggio verso Roma sostavano proprio qui. Illustri furono anche i suoi frequentatori tra i quali si ricordano Papa Pio II, Caterina da Siena, Lorenzo de' Medici e tanti artisti che avevano eletto il borgo come sede di villeggiatura. E anche oggi è sede di numerosi centri benessere.
Il centro è caratteristico oltre che per le sue acque benefiche anche per la sua conformazione che è arrivata ai giorni nostri nonostante le guerre, le devastazioni e gli incendi che hanno interessato la zona: al centro del borgo sorge la “Piazza delle sorgenti”, una vasca rettangolare del ‘500 che contiene una sorgente di acqua termale calda e fumante che esce dalla falda sotterranea di origini vulcaniche.  Le acque terapeutiche di Bagno Vignoni, poi, si dirigono nel Parco naturale dei Mulini. Qui, immersi nella macchia mediterranea, si trovano quattro mulini medievali scavati nella roccia che furono molto importanti per l'economia del luogo: la sorgente termale perenne permetteva che i mulini funzionassero anche in estate (mentre gli altri mulini dovevano fermarsi a cause della secca dei fiumi). Bagno Vignoni è la località più vicina per il soggiorno benessere ma nella Regione sono tanti i luoghi di questo tipo: Montecatini, Saturnia, Montepulciano e Monsummano.